Emergenza idrica

    Il territorio nazionale è interessato da una grave situazione di carenza idrica determinata da una notevole riduzione dei fenomeni piovosi e delle precipitazioni nevose, divenuta particolarmente significativa nel corso del periodo 2006-2007, con il rischio della conseguente indisponibilità di acqua per i diversi usi.

    La situazione di carenza idrica ha assunto connotati di particolare criticità nelle regioni dell'Italia meridionale: sono oramai frequenti le dichiarazioni dello stato di emergenza, con idonea redazione di disposizioni urgenti di protezione civile dirette a fronteggiare lo stato di emergenza presso i comune interessati dalla crisi idrica, che determinano una situazione di grave pregiudizio agli interessi nazionali.

    Per tali evenienze, nel persistere delle causali, è nominato un Commissario delegato all'emergenza idrica, al fine di garantire una efficace ed incisiva azione nel relativo contesto territoriale.

    Al fine di coordinare tutte le azioni necessarie, viene istituita una cabina tecnica di regia, al fine di coordinare tutte le azioni necessarie alla conclusione dell’emergenza.

    Nell’attesa, diviene compito dell‘amministrazione comunale fornire servizi idrici di acqua potabile certificata, vietando – con apposita ordinanza - l’uso di quella riveniente dai pozzi presenti sul territorio, se non esclusivamente per uso irriguo.

    © 2017 Comune di Torremaggiore. Elaborato da Karto-Graphia

    Please publish modules in offcanvas position.