Rischio Sismico

    Con il termine rischio sismico si indica una stima delle perdite complessive causate dai terremoti che potranno interessare in un determinato periodo una data area.
    Questa stima può essere espressa in diversi modi, per esempio attraverso il costo dei danni subiti dagli edifici, il costo complessivo in termini economici e sociali subito dalla popolazione dell'intero paese, oppure attraverso il numero prevedibile di morti e feriti.
    Il rischio sismico è definibile come prodotto di tre fattori: pericolosità, vulnerabilità ed esposizione, che possono essere a loro volta cosi definiti:

    • pericolosità, espressa generalmente come la probabilità che si verifichi un evento sismico di intensità determinata in un prefissato intervello temporale, o come il periodo di ritorno di un evento sismico di prefissata intensità;
    • vulnerabilità, propensione di un oggetto (edificio, viadotto, manufatto in genere) o di un sistema complesso (centro abitato, rete viaria, etc) a subire danni delle caratteristiche intrinseche, sia fisiche che funzionali;
    • esposizione, legata alla popolazione, ai beni ed alle attività presenti nell'area di interesse, che possono essere influenzate direttamente o indirettamente dall'evento sismico.

    Allo stato attuale, il Comune di Torremaggiore è classificato come ambito territoriale individuato in Zona 2: sismicità media, con PGA fra 0,15 e 0,25g.

    © 2017 Comune di Torremaggiore. Elaborato da Karto-Graphia

    Please publish modules in offcanvas position.