Sistema Integrato di Protezione Civile

    La redazione del Piano Comunale di Protezione Civile deve seguire gli indirizzi del "METODO AUGUSTUS` che costituisce una sorta di linea guida per la redazione dei piani di protezione civile elaborato dal dipartimento della Protezione Civile.
    L'obiettivo di tale metodo è fornire una serie di linee guida comportamentali e procedurali per l'utilizzazione delle risorse in maniera razionale in situazioni di emergenza.
    Il metodo Augustus rappresenta comunque un punto di riferimento per tutti gli operatori di Protezione Civile che, con competenze diverse, sono impegnati quotidianamente ad affrontare le emergenze spesso configurate impropriamente come “eventi naturalI”, con una loro specifica ciclicità.
    L'organizzazione di base per rendere efficaci e vitali tutte e tre le parti di un Piano (parte generale, lineamenti e modello di intervento) passa attraverso l'attuazione delle funzioni di supporto.
    Le funzioni di supporto, all'interno di un Piano di emergenza, sono l'organizzazione delle risposte che occorre dare alle diverse esigenze presenti in qualsiasi tipo di evento calamitoso.
    Ogni funzione, rispetto alle altre, acquisterà un rilevo differente a seconda degli effetti causati dal singolo evento calamitoso.
    La differenziazione della risposta sarà tanto più efficace quanto più il sistema del Piano sarà flessibile.
    Attraverso l'attivazione delle funzioni di supporto si conseguono quattro distinti obiettivi:

    1. si individuano i responsabili per ogni funzione ed il loro coordinatore;
    2. i singoli responsabili mantengono vivo, e quindi efficace, il Piano attraverso il quotidiano aggiornamento dei dati e delle procedure relative alla propria funzione di supporto;
    3. in caso di emergenza i singoli responsabili di funzione assumono la veste di operatori specializzati nell'ambito della propria funzione di supporto;
    4. si struttura la Sala Operativa a seconda del numero di funzioni di supporto attivate.


    E' basilare che la gestione dell'emergenza venga guidata da una perfetta conoscenza del territorio nel quale si va ad operare.
    A tal fine, l'elaborazione del Piano ha richiesto la predisposizione di un Sistema Informativo Territoriale (S.I.T.) di Protezione Civile, realizzato su base tecnico – operativa di sistema territoriale indicizzato alla gestione degli elementi di piano.

    © 2017 Comune di Torremaggiore. Elaborato da Karto-Graphia

    Please publish modules in offcanvas position.